Sotto cieli noncuranti

Sotto cieli noncuranti Matilde ha dodici anni Non sopporta i guanti spaiati e compie piccoli bizzarri rituali per addomesticare la realt per darle un ordine un dicembre torinese pieno di neve e di ombre Pochi giorni pri

  • Title: Sotto cieli noncuranti
  • Author: Benedetta Cibrario
  • ISBN: 9788807018008
  • Page: 358
  • Format: Paperback
  • Matilde ha dodici anni Non sopporta i guanti spaiati e compie piccoli, bizzarri rituali per addomesticare la realt , per darle un ordine un dicembre torinese, pieno di neve e di ombre Pochi giorni prima di Natale, il padre di Matilde, il magistrato Giovanni Corrias, chiamato a indagare sul caso di un bambino morto in circostanze misteriose Mentre avvia i primi acceMatilde ha dodici anni Non sopporta i guanti spaiati e compie piccoli, bizzarri rituali per addomesticare la realt , per darle un ordine un dicembre torinese, pieno di neve e di ombre Pochi giorni prima di Natale, il padre di Matilde, il magistrato Giovanni Corrias, chiamato a indagare sul caso di un bambino morto in circostanze misteriose Mentre avvia i primi accertamenti e formula le prime ipotesi sua moglie viene investita da un auto, ed come se la sorte disegnasse una sua geometrica contemporaneit Al colpo durissimo il magistrato risponde facendo leva sul senso del dovere e della professione, aggrappandosi alle indagini in corso Violaine, una giovane poliziotta laureata in psicologia, lo aiuta a ricostruire la sequenza dei fatti Matilde, intanto, osserva gli adulti e il loro dibattersi alle prese con la fragilit dell esistenza Con ostinata tenerezza si domanda in che maniera curare il dolore del padre e delle sorelle, nella convinzione che spetti a lei tentare di aggiustare quello che si improvvisamente rotto, e alla geometria oscura della morte se ne sovrappone un altra, luminosa e impalpabile.

    • [PDF] Download ✓ Sotto cieli noncuranti | by ✓ Benedetta Cibrario
      358 Benedetta Cibrario
    • thumbnail Title: [PDF] Download ✓ Sotto cieli noncuranti | by ✓ Benedetta Cibrario
      Posted by:Benedetta Cibrario
      Published :2020-04-02T22:13:13+00:00

    About "Benedetta Cibrario"

    1. Benedetta Cibrario

      Benedetta Cibrario Is a well-known author, some of his books are a fascination for readers like in the Sotto cieli noncuranti book, this is one of the most wanted Benedetta Cibrario author readers around the world.

    506 thoughts on “Sotto cieli noncuranti”

    1. Sguardi freschi, di cui abbiamo memoriaUn buon romanzo, non sempre un bel romanzo. Cibrario racconta benissimo la storia, a pennellate delicate, attraverso diversi io narranti - e sembra di entrare in ognuna di quelle case animate da personaggi e sciagure convergenti. Attoniti davanti a una porta finestra che non avrebbe dovuto rimanere aperta, infreddoliti in una Torino invernale, perplessi come le tre bambine sballottate, amari come il magistrato o forti come la sciatrice-inquirente.Le imperfe [...]


    2. Leggere un libro ambientato a Torino è sempre un piacere ma l'ho trovato piuttosto debole. Sono disposta a darle un'altra chance perché alcuni passaggi non mi sono dispiaciuti ma trovo che manchi di una struttura solida. Si fatica a capire quale dei personaggi stia parlando, dato che parlano quasi tutti nello stesso modo


    3. Non mi è del tutto chiaro se si tratti di un romanzo giallo o se l'indagine sulla morte del bambino sia solo un pretesto per parlare d'altro - e forse di troppe cose: la vita in montagna, il lutto, i turbamenti la ragazzina Matilde, il tradimento. Tutto accennato in un tentativo di romanzo corale non troppo riuscito.La lettura è scorrevole, ma i personaggi un po' deboli. Ho trovato l'elaborazione del lutto da parte della famiglia Corrias poco verosimile - voglio dire, chi partirebbe per andare [...]


    4. Il giallo di Pietro, amante, moglie e figlioletto che muore rimane davvero sullo sfondo, anche troppo. Sono Giovanni con le tre figlie, il loro lutto, il loro cane e la collega Violaine ad avere il ruolo principale, una delle ragazze anche in qualità di narratrice. Mi è piaciuto; mi sono piaciuti i toni, il lessico, anche i personaggi. Però il finale mi ha lasciata un po' perplessa, forse è stato frettoloso dopo il crescendo in montagna, forse non avevo solo ben compreso io i ragionamenti de [...]


    5. Dalle premesse di questo libro mi sarei aspettata tutt'altro, sembrava una storia interessante, arricchita dai tanti punti di vista narrativi diversi, cosa che solitamente apprezzo, ma invece qui il risultato è stato caotico e dispersivo. Le storie narrate da molteplici punti di vista funzionano solo se i tanti personaggi che si avvicendano hanno dei tratti caratteriali ben caratterizzati e distinti gli uni dagli altri, invece qui manca del tutto la distinzione caratteriale, sembrano tutti iden [...]


    6. mi spiace ma mi ha proprio deluso, me lo aspettavo un pò noiosello (come qualunque libro vincitore di premi letterari italiani), e non lo era, ma c'è decisamente troppa voglia di fare lo scrittore figo che lascia le cose dando solo l'imbeccata per il finale. troppo brutto accompagnare il lettore ad un epilogo che conluda qualcosa?.e che il finale sia riservato al personaggio più inutile e stereotipato (si vede che l'autrice heidi ce l'ha ancora nel cuore) mi ha fatto proprio arrabbiarer non p [...]


    7. Molto bello. A tratti poetico, ma non è riuscito ad entusiasmarmi al 100%. All'inizio ho fatto fatica a ricordarmi tutti i nomi dei vari protagonisti. Alle volte era addirittura difficile capire di chi fosse la voce narrante, dato che il tono usato era sempre lo stesso. Nonostante tutto si merita 4 stelline per lo stile di scrittura e la poesia con cui vengono affrontate tematiche come la morte, il dolore e l'abbandono.


    8. La lettura di Sotto cieli noncuranti non mi é dispiaciuta, ma questo non vuol dire che mi abbia lasciato del tutto convinta. La narrazione segue diversi punti di vista, per questo non é facile starle dietro, specie all'inizio, quando non si é ancora padroni dei nomi e delle varie situazioni. Da aggiungere anche che alcune cose potevano essere spiegate molto meglio, la fine, per esempio, mi ha lasciato delusa e credo anche di non averla capita del tutto.


    9. Le cose degli umani sono più difficili da aggiustare Un bel libro, con una scrittura intensa e una bella trama. Qualcosa nel finale non mi ha convinta e andando avanti a un certo punto è diventato prevedibile Tre e mezzo direi, ma comunque una buona lettura, anche se avrei approfondito qualche emozione in più.


    10. Due morti incomprensibili si incrociano e confondono travolgendo la vita dei superstiti in una Torino ed una Val di Susa ammantate di neve, i ricordi della mia infanziaL'intuizione spesso ci aiuta a comprendere cose che la ragione ci impedisce, o impone, di non vedere.



    Leave a Comment

    Your email address will not be published. Required fields are marked *